La Cooperativa Psifia

Psi.f.i.a. è una Società Cooperativa Sociale che svolge attività di utilità sociale e con scopo mutualistico a favore della collettività, con particolare attenzione ai bisogni di aiuto psicologico di bambini, adolescenti, giovani-adulti e genitori.

Psi.f.i.a. (Psicoterapeuti per la Famiglia, l’Infanzia e l’Adolescenza) è nata per promuovere le potenzialità del metodo psicoanalitico nei progetti e servizi di welfare che coinvolgono bambini, genitori, adolescenti e giovani. Specificità del metodo psicoanalitico è creare relazioni capaci di trasformare il disagio in vitalità, pensiero, contatto con la parte autentica di sé e desiderio di realizzarla nel proprio contesto di vita. La teoria e la ricerca in psicoanalisi hanno contribuito non solo a sviluppare metodi e tecniche per il lavoro clinico individuale, ma hanno messo a punto anche strumenti utili a tutte le professioni sociali ed educative impegnate nelle relazioni d’aiuto.

Psi.f.i.a. nasce Come Associazione di Promozione Sociale nel 2009 come progetto vincitore del concorso Principi Attivi indetto dalla Regione Puglia per la premiazione di progetti giovanili innovativi. Il finanziamento regionale iniziale permette all’associazione di costituirsi e di porre le basi per un percorso che la vede ancora continuare a operare come soggetto attivo nel campo dello studio, la formazione e la progettazione sociale sul territorio. Nel 2021 L’APS Psi.f.i.a. si trasforma in Società Cooperativa Sociale.

In particolare Psi.f.i.a.

  • svolge attività di formazione per professionisti e operatori in ambito sociale, sanitario ed educativo (seminari, convegni, percorsi di affiancamento formativo di gruppo)
  • sviluppa progetti per il benessere psicologico e sociale diffuso sul territorio, in collaborazione con istituzioni, servizi e organizzazioni del Terzo settore (scuole, servizi sociali, servizi per l’infanzia, comunità, ospedali, associazioni culturali, spazi di aggregazione giovanile ecc.).
  • supporta il lavoro di Giudici, Magistrati, e della Polizia Giudiziaria, con consulenze specifiche in ambito forense soprattutto nelle situazioni di maggiore vulnerabilità (minori, donne, anziani, persone in condizione di fragilità).
  • realizza progetti di accompagnamento ai percorsi di messa alla prova per i minorenni autori di reato;
  • realizza eventi culturali di sensibilizzazione, iniziative di studio, approfondimento e formazione rivolte a professionisti e operatori impegnati nei servizi educativi, giudiziari, formativi, sociali, medico-sanitari, culturali e del tempo libero (seminari, convegni, percorsi di affiancamento formativo di gruppo). Attraverso queste iniziative, intende creare opportunità dove apprendere il senso e la pratica dell’interdisciplinarietà. Per tale motivo, le attività sono sempre aperte a differenti figure professionali, con l’obiettivo di provare ad amalgamare i linguaggi, cercando di uscire dai propri confini lavorativi, senza confondersi e senza prevaricare il ruolo e la funzione dell’altro;
  • promuove l’accesso ai servizi di promozione del benessere psicosociale. In particolare tra questi servizi rientrano:
    • attenzione al sostegno dagli albori della relazione madre-padre-bambino;
    • percorsi di accompagnamento alla genitorialità dedicati alle famiglie adottive, che facilitino la costituzione del legame tra genitori-figli;
    • percorsi specifici sono sviluppati per i minori che sono stati vittime di abuso;
    • organizzare dei percorsi e servizi di accompagnamento psicosociale in particolar modo nell’ambito giudiziario (minorile, penale e civile) ed oncologico e delle malattie degenerative;
    • servizi di formazione e sostegno ai caregivers familiari;
    • percorsi di accompagnamento relativamente alla salute mentale, alle patologie cronico degenerative, oncologiche e alle cure palliative; formazione esperienziale con personale sanitaria;
    • percorsi di accompagnamento didattico per minori seguiti dalla cooperativa; formazione interattiva con alunni e docenti;
    • Servizi formativi qualificanti e di alto livello rivolti a figure professionali che a diverso titolo lavorano con famiglie, minori, adolescenti e giovani adulti;
    • Attività formative rivolte alla cittadinanza, con l’obiettivo di divulgare, informare e sensibilizzare il territorio relativamente alle problematiche specifiche della comunità locale.

Punto di forza è il lavoro d’équipe in continua supervisione. Qualora sia necessario o richiesto, infatti, i professionisti possono offrire un sostegno globale alla famiglia seguendo un approccio condiviso.

Gli psicologi e psicoterapeuti soci della Cooperativa sono tutti formati presso scuole di specializzazione a orientamento psicoanalitico, in particolare l’Associazione Italiana di Psicoterapia Psicoanalitica dell’Infanzia, dell’Adolescenza e della Famiglia (AIPPI) e la Scuola Internazionale di Psicoterapia nel Setting Istituzionale (SIPSI).

L’associazione prima e la Cooperativa poi nasce e si sviluppa grazie ad un gruppo di psicologi specializzati o specializzandi presso l’AIPPI, scuola orientata secondo il modello della Tavistock Clinic di Londra che opera dal 1982 per la formazione dei professionisti impegnati nel lavoro con bambini, adolescenti, giovani e famiglie. Quella dei docenti e didatti A.I.P.P.I. è un’esperienza preziosa a cui il gruppo Ps.i.f.i.a. fa costantemente riferimento, secondo l’orientamento teorico e la pratica clinica che si rifa’ ai lavori di Sigmund Freud, Melanie Klein, Karl Abraham, Donald Winnicott, Hanna Segal, Herbert Rosenfeld, Wilfred Bion, Donald Meltzer, Betty Joseph, F. Tustin, Elizabeth BottSpillius, John Steiner ed altri (tra cui Anna Freud e Margaret Mahler).

La scuola SIPSI si contraddistingue per l’obiettivo di integrare l’orientamento psicoanalitico nella psicoterapia praticata all’interno delle istituzioni pubbliche. La scuola, quindi, forma psicoterapeuti capaci di sostenere gli operatori dei servizi pubblici a lavorare efficacemente in équipe, con particolare attenzione alla capacità di operare difficili mediazioni tra esigenze diverse dei pazienti, dei loro familiari, dei terapisti e dell’organizzazione pubblica in cui si pratica la cura.

Vai al sito dell’AIPPI

Vai al sito della SIPSI

 

Atto costitutivo

Statuto