Percorsi di gruppo

Work Discussion Group

Percorsi di affiancamento formativo rivolti a gruppi di operatori e professionisti (massimo 12 membri), basati sul metodo della Work Discussion (WD). Sviluppato presso la Tavistock Clinic di Londra nella metà degli anni ’60, il metodo della WD aiuta a tener conto delle dinamiche emotive e inconsce che entrano in gioco nelle relazioni d’aiuto, soprattutto quando emergono situazioni particolarmente complesse o inedite per le quali i metodi di lavoro usualmente adottati non sembrano essere efficaci.

Con l’aiuto di un facilitatore esperto in psicoterapia psicoanalitica, gli incontri di WD vedono un gruppo di professionisti intenti a riflettere e confrontarsi su specifiche situazioni di lavoro nella relazione con bambini, adolescenti o genitori. Un osservatore partecipante, inoltre, aiuta ad avere un occhio “terzo” sulle relazioni che intercorrono nel gruppo e sull’apprendimento che grazie ad esse matura.

I partecipanti sono incoraggiati a descrivere un’esperienza che è fonte di preoccupazione per loro. Generalmente presentano problemi rispetto ai quali i metodi di lavoro consueti stentano a funzionare. Si tratta di esperienze che generano ansia in chi le ha vissute e le presenta durante gli incontri. I sentimenti che provocano sono spesso scomodi, difficili da gestire. C’è qualcosa in atto sotto la superficie che ha causato disturbo. La domanda intorno a cui i partecipanti riflettono è: che cosa c’è al di sotto di questa ansia e questo disturbo?”. Il punto focale della WD psicoanalitica consiste nel concentrarsi sugli stati mentali inconsci, quelli che ci influenzano o ci preoccupano ma che abbiamo difficoltà a comprendere. 

Se sei interessato a saperne di più, contatta il referente dott.ssa Anna Vantaggio (tel. 338741387, centropsifia@gmail.com)

Supervisione

Attività di supervisione rivolta alle equipe di lavoro presso organizzazioni pubbliche e/o private che si occupano di interventi mirati ai bambini, genitori, adolescenti e giovani adulti. Tale attività sostiene la comprensione emotiva ed inconscia delle dinamiche che si instaurano tra i vari componenti del gruppo di lavoro nel momento in cui le storie di vita degli utenti si intrecciano con quelle degli operatori, determinando un sovraccarico emotivo che può arrivare a impedire una una fluida e proficua collaborazione. L’associazione organizza anche cicli seminariali o incontri ad hoc di affiancamento su temi e bisogni segnalati direttamente dai servizi. I temi possono riguardare l’area dello sviluppo (dell’infanzia, dell’adolescenza e della famiglia), l’area sanitaria, la relazione operatore-utente, la comunicazione, della psico-oncologia, l’ambito forense.

Se sei interessato a saperne di più, contatta il referente dott.ssa Anna Vantaggio (tel. 338741387, centropsifia@gmail.com)