Cantiere Progetti

Qui pubblichiamo la sintesi di alcuni progetti che abbiamo già realizzato o elaborato e che possono essere riproposti in altri contesti per chi è interessato a collaborare.

PROGETTO Contest Informale “Non solo lOtto…- e di altri pensieri non belligeranti” Arte e Creatività contro la violenza di genere
Foto – Video – Dipinti – Disegni – Teatro – Musica – Poesie – Racconti e quant’altro

Si tratta di un bando di concorso che promuove la raccolta di testi, poesie, materiali video e fotografici, illustrazioni, pitture, brani musicali ed altre forme di espressione artistica prodotti da donne e uomini, bambine/i e ragazze/i sui temi della violenza di genere. La premiazione avverrà il giorno del seminario che si realizzerà in occasione della celebrazione della giornata sulla violenza contro le donne (26 Novembre 2021 – data da confermare).
FINALITA':
Sensibilizzare e aumentare la consapevolezza sulle origini e le conseguenze della violenza di genere. Si intende promuovere la partecipazione della cittadinanza al fine di facilitare e supportare un concreto impegno collettivo che possa contribuire alla prevenzione e alla lotta contro un fenomeno complesso e diffuso, quale la violenza di genere.
MODALITA' DI PARTECIPAZIONE:
L’elaborato (secondo le indicazioni del bando) unitamente al modulo di iscrizione, allegato 1 del bando, compilato e sottoscritto e relativa liberatoria, allegato 2 del bando, dovranno essere inviati entro le ore 12:00 del 8 Ottobre 2021 all’indirizzo e-mail contestpsifia@gmail.com (sarà inviata mail di conferma ricezione).

Progetto Siamo Sport – INTHEWATERBOARDSPORT

CUSI e CUS LECCE presentano il Progetto Siamo Sport – InTheWaterBoardSport, un programma teorico/pratico, SUP, SURF, WINDSURF, CANOA di 4 settimane intense, di sport e divertimento. Il progetto rientra negli ambiti delle strategie dell’UE nei settori dell’inclusione sociale e delle pari opportunità: incoraggiare l’inclusione e l’uguaglianza attraverso lo sport creando un ambiente sicuro per gli studenti che hanno bisogno di supporto per la salute sia fisica che mentale. Il Progetto finanziato dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, nasce da una collaborazione con l’Ufficio Integrazione Disabili e DSA dell’Università del Salento, Comune di Lecce, Comitato Italiano Paralimpico, Psi.f.i.a. Psicoterapeuti per la famiglia, l’infanzia e l’adolescenza, il Corso di Laurea in Scienze Motorie e Sportive, A.S.D. 3 OCEANI, SALENTO WIND SURF SCHOOL. 🏄🏊‍♂️🌊 Obiettivi: 🔹 Fare una nuova esperienza sportiva, costruire e ricostruire amicizie, migliorare la motivazione e l’attitudine all’attività sportiva; 🔹 Approfondire il tema della visione dello sport quale mezzo per superare barriere sociali e fisiche, per sviluppare il senso della lealtà, per trovare soluzione a innumerevoli situazioni di svantaggio, per sottolineare come lo sport possa rappresentare uno strumento di inclusione sociale. 📍 Luoghi di svolgimento: Frigole “Acquatina” (Lecce), San Cataldo (Lecce) ➡️ Il programma sara’ disponibile a breve e si svilupperà nell’arco di 4 settimane durante i mesi estivi. 📅 🟢CORSO GRATUITO PER TUTTI I PARTECIPANTI Info & Iscrizioni ✏️ E-mail: cuslecce@libero.it - roberto.rella@cnr.it ✅ Visita il nostro sito web https://cuslecce.it/progetto-siamo-sport.../ Partner del Progetto: - Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali - Ufficio Integrazione Disabili e DSA Università del Salento - Comune di Lecce - Comitato Italiano Paralimpico - Psi.f.i.a. Psicoterapeuti per la famiglia, l’infanzia e l’adolescenza - Corso di Laurea in Scienze Motorie e Sportive - A.S.D. 3 OCEANI - SALENTO WIND SURF SCHOOL - Dipartimento di Scienze e Tecnologie Biologiche e Ambientali

Collaborazione con il Gruppo di Lavoro Permanente all'interno del Laboratorio Comunale per l'Accessibilità del Comune di Lecce

Il Laboratorio è una struttura tecnico-amministrativa dei Settori Lavori Pubblici e Welfare. Un luogo di incontro, voluto dall'Amministrazione, per costruire insieme ai cittadini il Piano per l’Accessibilità. Un gruppo di tecnici lavorano con la comunità per creare una città più inclusiva, sicura ed accogliente, nella quale tutti possano partecipare alla vita quotidiana e alla crescita della comunità. Psifia è lieta di essere stata coinvolta per contribuire nell'ambito delle competenze psicologiche per supportare le fasi di attuazione del Piano per l'Accessibilità.

Progetto: “Agire per pensare. Pensare per agire. L’osservazione partecipata al servizio dei ragazzi”

Il progetto prevede la presenza nelle diverse attività laboratoriali del Centro Diurno Polifunzionale “rEvolution” - Centro per la Giustizia Minorile per la Puglia e Basilicata - di uno psicologo/psicoterapeuta con ruolo di osservatore partecipante. Una seconda attività parallela vedrà l’organizzazione di incontri per lo scambio di esperienze e di testimonianze tra il gruppo dei ragazzi che partecipa ai laboratori e professionisti ed artigiani del mondo del lavoro. A seguito di questi incontri, verranno organizzati ulteriori momenti di riflessione con i ragazzi sull’esperienza di incontro vissuta, per accogliere il bisogno dei ragazzi di continuare a parlare di sé, nel tentativo di dare un significato al loro agito, anche deviante, pensando ad una prospettiva futura e creando un ponte tra realtà esterna ed esperienze interne. Verrà quindi ottimizzato il lavoro educativo e formativo con la lettura delle dinamiche psicologiche ed emotive, del singolo e del gruppo; in tal modo l’équipe tecnica del CDP incrementerà la possibilità offerta all’utenza di elaborare i propri vissuti. Altro filone progettuale offerto è quello della partecipazione ai GRUPPI ad ORIENTAMENTO RIPARATIVO (G.O.R.) in collaborazione con Mediavia e l’Ufficio di Mediazione e Gestione dei Conflitti del CDP.

Il progetto LE(G)AMI - approvato dalla Impresa sociale con i Bambini nell'ambito del Programma Un passo avanti - si propone come azione territoriale volta a sensibilizzare i servizi socio-educativi e a sviluppare forme di intervento rispetto ai bisogni degli adolescenti caregiver, ovvero nello specifico del progetto, ragazzi e ragazze nella fascia di età 11-14 impegnati nel prestare cura e assistenza continuativa a un membro della famiglia fragile o non autosufficiente, con responsabilità che normalmente verrebbero associate ad un adulto. Si può trattare di figli, fratelli o nipoti di persone affette da disabilità fisiche o mentali, dipendenze da alcool o droghe, malattie terminali o croniche, stati depressivi gravi e altre situazioni di vulnerabilità che richiedono assistenza quotidiana.

Lotus

Lotus è un progetto sperimentale per il sostegno psicologico e medico a genitori e coppie dal concepimento fino ai tre anni di vita del bambino. Lotus, in particolare, si propone di aiutare i genitori ad affrontare le naturali difficoltà che si possono presentare durante la gravidanza, il parto o nei primi mesi di vita del bambino. Per esempio, l’ansia delle neo-mamme o ancor prima la complessità della decisione di avere un figlio, possono influenzare la salute del bambino. Anche alcuni sintomi del neonato, come coliche frequenti o insonnia, possono essere il preludio di difficoltà psicologiche che, se non riconosciute e affrontante in tempo, rischiano di sfociare in problemi più gravi. In generale, il progetto Lotus nasce dalla consapevolezza che molti dei problemi che emergono durante l’età adulta sono legati alle primissime relazioni tra madre, padre e bambino.
Il progetto è stato sperimentato nel 2015 presso l'ex-ospedale Summa, in collaborazione con la Feder.Spev. (Federazione Sanitari Pensionati e Vedove).

Per informazioni Dott.ssa Roberta De Lorenzis, tel. 328.5609845 | centropsifia@gmail.com

Tutta mia la città è un progetto realizzato dall’associazione Psi.f.i.a. con un gruppo di adolescenti in messa alla prova. Sono adolescenti che hanno commesso reati per i quali il giudice ha deciso di sospendere il giudizio, proponendo in cambio la partecipazione ad un percorso educativo.